GLI AMICI COME ME


E si ritrovano nel clan dell'abitudine
o al mare a respirare vento di salsedine
Dormono poco e hanno altro da pensare
come le chiacchiere di strada da spazzare



Non sono illusi ma soltanto un po’ delusi
dell'emozione abbandonata tra i rifiuti
Sono scrittori di un romanzo scritto in bianco
Grandi artisti e conformisti ogni tanto

Tutti gli amici come me fanno l'amore in un hotel
con una che ci sta per gioco e da mollare il giorno dopo

Fanno raccolte di cazzate 
e allungano queste giornate
con facce cupe e disperate

Tutti gli amici come me si fanno spesso compagnia
con un panino ed un caffè e con una dose di pazzia

Vanno a ballare in un locale
con tanta noia da fumare
e una speranza da inventare

Sospesi come tanti piccoli aquiloni
a volte troppo riservati e sospettosi
Grandi poeti dell'illogica poesia
bambini eterni con la stessa malattia

Sono soldati di un esercito in battaglia
e fanno a pugni con la vita che non cambia
Sono gli amanti giusti in questi tempi tristi
fanno fatica a vivere come gli adulti

Tutti gli amici come me fanno l'amore in un hotel
con una che ci sta per gioco e da mollare il giorno dopo

Fanno raccolte di cazzate
e allungano queste giornate
con facce cupe e disperate

Tutti gli amici come me non si domandano perché
non sono uguali come gli altri più o meno giovani e distratti

E vanno avanti barcollando
col desiderio di un ritorno
e non si guardano mai intorno


(TRATTO DA V. Borrelli LE PAROLE DEL MIO TEMPO”)

Commenti